News

Torna alle news

Marzo 2016: le certificazioni di prodotto EAC obbligatorie nel settore legno-arredo

A marzo 2016 terminerà il periodo di transizione previsto dalle Autorità russe e dell’Unione dogale euroasiatica per ottenere la certificazione EAC sui prodotti del comparto mobile-arredo: secondo i nuovi Regolamenti tecnici la certificazione EAC sarà obbligatoria per tutti gli articoli del settore specifico, nel contempo i certificati GOST perderanno validità e non saranno più accettati dalle dogane.

Le nuove normative, inoltre, prevedono che i nuovi certificati EAC vengano intestati a un soggetto di diritto russo – Applicant o Rappresentante – che risponderà giuridicamente di fronte alle autorità competenti per quanto riguarda la conformità, la marcatura e gli eventuali danni causati dai prodotti introdotti nell’Unione doganale. Si tratterà per l’azienda produttrice di individuare un Rappresentante per soli fini certificativi – o Applicant nella dicitura inglese.

Bridge to Russia, attraverso i propri retisti, è in grado di supportare le aziende nelle necessarie procedure, anche grazie al proprio ufficio di Mosca e alle competenze di IC&Partners e IC Trade.

Per le aziende essere dotati dei nuovi certificati a marzo 2016 significa aver acquisito un vantaggio competitivo rispetto ai propri competitor, oltre che aver impostato un processo di crescita sui mercati esteri rispettoso delle normative: la prima base necessaria per un processo di internazionalizzazione efficace.

Diventerà molto rischioso sia per il produttore che per l’importatore disattendere i Regolamenti tecnici e introdurre nei mercati dell’Unione Doganale prodotti non certificati o certificati con procedure con conformi alla legge.

I rischi della mancata certificazione riguardano:
• l’inserimento in black list dell’azienda produttrice,
• il divieto di vendita dei suoi prodotti nel mercato russo e dell’Unione Doganale,
• pesanti sanzioni pecuniarie, amministrative e anche penali sui trasgressori.