News

Torna alle news

Certificazioni per Russia, Kazakistan e Bielorussia: quando sono obbligatorie e come ottenerle

Unindustria Bologna, 13 ottobre 2015

 

Unindustria Bologna organizza per il 13 ottobre incontri individuali di circa 30 minuti ciascuno con IC Trade, la business unit di IC&Partners* specializzata nelle certificazioni EAC, per comprendere le nuove normative in tema di certificazione per beni esportati nei mercati dell’Unione doganale euroasiatica: Russia, Bielorussia, Kazakistan in primis, Kirghizistan e Armenia aggiunti a seguire, il Vietnam in fase ancora interlocutoria.

L’Unione doganale euroasiatica ha infatti introdotto nuove norme per definire gli standard di sicurezza dei prodotti di diversi settori merceologici, abbandonando i precedenti GOST a favore dei Regolamenti tecnici e introducendo la figura del Rappresentante del produttore straniero o Applicant.

 

Gli incontri individuali con IC Trade, società di diritto russo specializzata nella gestione delle certificazioni e che può fungere da Applicant, permetteranno di comprendere la portata delle nuove norme e soprattutto capire come è meglio organizzare il processo di certificazione per entrare sui mercati dell’Unione doganale in regola rispetto alle normative vigenti.

 

Anche le certificazioni di prodotto possono quindi diventare uno strumento efficace di politica commerciale soprattutto quando l’attività di vendita all’estero è un passaggio focale per la crescita aziendale.

 

Programma a cura di Unindustria Bologna, modulo di iscrizione allegati.

 

*IC&Partners è uno dei fondatori del progetto Bridge to Russia ed è specializzata nella consulenza per l’internazionalizzazione d’impresa; è presente anche a Mosca con la sua sede operativa. www.icpartners.it

 

2015.09.22.Circolare.unindustria.Bologna